mercoledì 2 febbraio 2022

Il pittore che trasforma i cavalcavia in gallerie d'arte.

 Un bravissimo artista della mia città, Giovanni Botta, ci sta regalando, giorno per giorno, dei bellissimi dipinti che troneggiano sui piloni di quella che, fino a poco tempo fa, era una triste e anonima tangenziale. Ogni giorno molti visitatori si aggirano tra i piloni per ammirare e fotografare i dipinti, che raffigurano personaggi importanti della storia. Ognuno di essi è accompagnato da una frase significativa e, tutti, sono accomunati da una lacrima che scende silenziosa sui loro visi. L’autore spera infatti che i passanti leggano quei messaggi e possano essere, insieme a lui, una goccia di speranza nel mare tormentato dell’umanità.

Anche noi, con il nostro cagnolino, andiamo spesso a passeggio dalle parti di quei piloni e, ogni volta, con curiosità quasi fanciullesca, andiamo alla scoperta di un nuovo personaggio.

Giovanni Botta è una persona profonda e schietta che, molto modestamente, rifiuta di essere chiamata artista. “Gli artisti sono altri, io disegno e coloro e basta!" 

Dopo avere frequentato il liceo Artistico e l'Istituto Europeo di Design, ora svolge il lavoro di operatore socio sanitario presso una casa di riposo e dipinge per passione, cercando di comunicare messaggi positivi alla gente.

Giovanni, ti siamo immensamente grati per questo bellissimo regalo e per aver voluto condividere le tue gocce di speranza con noi!


Giovanni Botta consegna il ritratto che ha dipinto per Liliana Segre.













10 commenti:

  1. Che opere meravigliose.
    Siete fortunati a poterle ammirare durante le vostre passeggiate.
    Bravo Giovanni!
    Chapeau.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fortunati davvero! E' molto bravo...e credo pure che lavori gratis, proprio solo per il piacere di produrre. E' una gran brava persona.

      Elimina
  2. Non conoscevo... interessante. Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha realizzato ritratti di personaggi famosi come Arturo Brachetti, Luciano Ligabue, Antonella Clerici, Claudio Bisio...e li ha loro regalati. Dipinge anche le scale. Se cerchi il suo nome con Google immagini puoi vedere molte sue realizzazioni. Ciao!

      Elimina
  3. Che meraviglia! Dovrebbe essere dedicato uno spazio in tutte le città a questo tipo di arte... perché di arte si parla!
    Ciao, buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione! Si tratta di street art! Tutte le città dovrebbero potere avere uno spazio simile!

      Elimina
  4. Bellissimi dipinti e meravigliosa idea quella di utilizzare i piloni dove tutti possono ammirare e leggere. Mi hai fatto venire voglia di andare a vedere di persona. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Ester tra queste mie pagine! Non so di dove tu sia, ma se vorrai vedere questi dipinti dovrai venire a Bra, in provincia di Cuneo!

      Elimina
  5. Buongiorno Katherine. Questo ragazzo ha un cognome molto conosciuto, non avrà qualche importante artista (architetto) tra i suoi vecchi parenti?
    Comunque bellissimi questi suoi lavori che sembrano inneggiare alla lotta per la pace ed il rispetto altrui.
    Complimenti anche per ciò che fa per il sociale.
    Grazie, non ne sapevo nulla. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei dire se abbia parenti artisti importanti, non lo conosco abbastanza. E' sicuramente un artista molto buono, che desidera condividere pensieri importanti, senza contare il suo lavoro di assistente per gli anziani in una casa di riposo.
      Abbraccio ricambiato!

      Elimina