sabato 1 aprile 2017

Tredici anni di blog

Correva il marzo 2004 quando decisi di intraprendere la mia avventura con il blog. Sono trascorsi ben tredici anni e ne è passata di acqua sotto ai ponti!

La mia prima storia narrava la vicenda di mio padre che, attraverso il web, aveva ritrovato il suo grande amico d’infanzia e di giovinezza, emigrato da più di cinquant'anni in Venezuela. Era stato emozionante assistere alle loro telefonate e al loro incontro tramite skype ma, quando finalmente l’amico aveva deciso di tornare in Italia per incontrare mio padre, nel 2009, alla veneranda età di ottantanove anni, papà, di un anno più vecchio, era stato seppellito proprio tre giorni prima.
L'amico di mio padre con me e mio figlio in occasione della sua visita in Italia
L’amico è sopravvissuto altri otto anni e, proprio pochi giorni fa, è mancato anche lui, alla bella età di novantasette anni. Il ciclo si è chiuso, la storia è definitivamente terminata. È nata però un’amicizia tra noi figli, che non ci conoscevamo prima. I sottili fili della vita si sono intrecciati di nuovo, a dispetto del tempo e della lontananza.

Dopo la morte di papà erano venuti gli anni dell’Alzheimer di mia madre. Otto anni in cui non ero più stata figlia, ma mi ero ritrovata, di colpo, ad essere la mamma di mia madre. La spugna malefica aveva cancellato, poco alla volta, ricordi, azioni, pensieri, persone…Alla fine ero arrivata a somministrarle il biberon, perché non era più in grado di capire che doveva aprire la bocca per mangiare.
In quegli anni in cui ero praticamente rimasta “agli arresti domiciliari”, rinunciando alle uscite, alle vacanze e a tante altre cose, per dedicarmi alla persona che un tempo mi aveva amata più di se stessa, ma che più non mi riconosceva, il web mi era stato di conforto. Avevo trovato tanti amici che si erano interessati a me, mi avevano tenuto compagnia anche attraverso conversazioni sul messenger, avevano commentato i miei post.  Mi avevano anche fatta divertire, improvvisando schermaglie fintamente litigiose, con scambi di battute e bonarie prese in giro. Tutto sommato, nonostante i problemi, erano stati anni belli. Qualche blogger l’avevo anche conosciuto dal vivo, rivelandosi esattamente come l’avevo immaginato tramite i suoi post. In fondo, chi parla di sé in modo sincero, permette agli altri di conoscerlo esattamente come nella realtà, forse anche di più.

Purtroppo, anche sul blog erano arrivati i lutti. Alcuni amici mi avevano lasciata e ancora oggi, qualche volta passo sulle loro pagine, ormai ferme, come se li stessi visitando al cimitero.

Poi era giunta l’era di Facebook e di Twitter. L’era del mordi e fuggi, del commento veloce e dei “mi piace”. Molti blogger avevano chiuso il blog per trasferirsi sui social. Io ho cercato di non farlo, ma mi sono comunque adeguata al nuovo ambiente,  ritrovando molte amicizie virtuali. Ne ho scoperto il volto, ho visto i loro figli. Ho anche ritrovato tante conoscenze che credevo perse, come gli ex compagni di scuola, gli ex alunni, le persone conosciute in vacanza. Virtuale e reale si sono miscelati, convivendo pacificamente.

A quel punto, un po’ per l’improvvisa liberà ritrovata, per la permanenza sui social, per la voglia di utilizzare il tempo libero per stare con gli amici in carne ed ossa, per portare il cagnolino a spasso, per uscire con il marito e visitare qualche bel posto, la frequenza dei miei post si è diradata. Stanno anche passando gli anni e non sempre ho la forza di stare alzata fino a mezzanotte per scrivere un post, come sto facendo adesso. La Kat sta invecchiando!

Ora guardo la lista dei blog amici e vedo che molti non sono aggiornati da anni. Provo sempre un velo di tristezza nel pensare che forse nessuno scriverà più su quelle pagine. Dovrei cancellarli, ma non ne ho ancora avuto il coraggio. Mi sembra di passare la spugna su un pezzo della mia vita.
Qualcuno invece è rimasto fedele al mondo blog per tutti questi anni, continua ad aggiornare il proprio e a seguire il mio. È bello poter contare su questa continuità e il fatto di non esserci mai visti fisicamente non cambia assolutamente nulla.  Chissà, forse un giorno potremo incontrarci davvero e sarà un grande momento di festa.

Ciò che mi rattrista maggiormente è aver perso il mio grande amico Zio Pisi, detto anche CM. Era una gran brava persona e, anche dopo la chiusura del suo blog, ci eravamo sentiti spesso via mail. Era un esperto consulente e programmatore informatico e mi aveva aiutata molte volte quando mi ero trovata in difficoltà con il pc, poi, l’ultima volta, mi aveva detto che le cose non andavano bene. Sapendo che era così quotato nel suo lavoro avevo pensato a problemi di salute. Da allora più nulla. Gli ho scritto tante volte in questi ultimi due anni, ma non ha più risposto. Cosa gli sarà successo? Mi dispiace veramente molto che non voglia più mantenere i contatti e spero proprio che non gli sia successo nulla di grave.

Ora eccomi qui, dopo ben tredici anni, a tirare le fila di questo blog rimasto un po’ isolato dal mondo.


In ogni caso, per chi avrà ancora voglia di passare di qui, buona vita e grazie di esserci!


14 commenti:

  1. Grazie a te Katherine! Io non ti ho conosciuta agli inizi, ma da quando ho scoperto il tuo blog ti leggo sempre con piacere (e mi è dispiaciuto molto per la malattia e la scomparsa della tua mamma...) Spero che continuerai ancora a scrivere, come e quando potrai,
    un abbraccio grande e tanti auguri per il blog-compleanno!
    Carmen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua considerazione e comprensione, Carmen! Come vedi, scrivo poco, ma ogni tanto ritorno. Sento che non potrei mai lasciare completamente questo luogo che mi ha fatto conoscere tante belle persone e che mi ha tenuto compagnia nei momenti difficili della mia vita. A presto e grazie di esserci!

      Elimina
  2. E noi ci conosciamo, infatti, dal 2004 :) Ho seguito tutte le vicissitudini di cui tu parli qui, ed ancora mi rammarico di non aver potuto conoscere tuo padre, con il nostro mancato incontro anni fa, ma quanta strada fatta insieme, quante confidenze.
    E le avventure di Terry diventate fiabe?
    Dopo una piccola pausa (durata un tre/quattro anni) ho ripreso a scrivere , prima su un blog poi su quello definitivo, anche se non compare nella lista a fianco. Vivo il blog diversamente, oramai, sono guarita dall'agoraite :D ma di certo lo scambio di opinioni mi affascina ancora :) Buon Compliblog, Kathe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Accipicchia Perla, mi accorgo adesso che il tuo blog non c'è! Non so proprio come sia successo, è veramente imperdonabile da parte mia! Ora ho rimediato e verrò presto a farti visita ( ora è mezzanotte, è un po' tardi e sono appena rientrata a casa dopo una serata da amici).
      Dispiace anche a me che tu non abbia avuto la possibilità di incontrare mio padre, sicuramente ti sarebbe piaciuto e lui ti avrebbe conosciuta volentieri, perché era sempre molto curioso di parlare con i miei amici. Eh sì, abbiamo percorso veramente molta strada insieme e sono sicura che tu mi conosca meglio di tante persone che mi incontrano nella vita reale. Speriamo di incontrarci presto allora, così come è successo con Maria Francesca, la tua amica. E c'è anche Terry, che ti aspetta per farti conoscere le sue nuove avventure!

      Elimina
  3. Caspita, 13 anni sono davvero tanti... ma allo stesso tempo volano in un soffio. Io ho il blog da 8 anni e mi sembra ieri che ho scritto il primo post...
    Ciao, buona settimana!

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hey, che succede? Passato e fuggito? Grazie comunque per essere stato qui!

      Elimina
  5. ...tanti auguri di una serena Pasqua, a te ed alla tua bella famiglia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona Pasqua anche a te e alla tua famiglia, Mr Loto!

      Elimina
  6. Eccomi qua 14 anni e non ci siamo mai lasciati e i nostri rapporti sono penso di grande affetto.
    Io sono riuscita a mantenere alcuni amici del vecchi tempi proprio oggi ho sentito il ranocchio...
    Ricordo CM...chissa?
    Ci siamo raccontate e confrontate sui nostri figli e tu sei una persona così generosa che ha condiviso i momenti belli e quelli dolorosi ed è difficile non volerti bene dopo averti conosciuta.
    Non aggiungo altro.
    Alchimieprrfette x te ❤����shera

    RispondiElimina
  7. Eh sì, tanti anni sono volati in un baleno. Abbiamo condiviso così tanti momenti di vita! Il ranocchio lo ricordo bene, ho ancora il suo indirizzo, CM mi manca.
    Grazie cara Amica, per esserci sempre stata e per avermi sempre supportata, nei momenti belli e in quelli difficili!
    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mai potrò dimenticare i tuoi supporti tecnici perché bisogna ricordare che io ero al mio primissimo approccio con la tecnica del blog e facevo un sacco di pasticci che tu immancabilmente mi risolve vi anche perdendo tempo a spiegarmi. Gipvanna? Lupetto? Come ci siamo divertiti in quel periodo!!!

      Elimina
  8. deve essere un secolo che noi due ci conosciamo, io aprii il mio blog su Splinder nel 2001 e poi mi spostai su Wordpress quando Splinder chiuse i battenti. Mi ricordo che la nostra frequentazione è di lunga data ma non mi ricordo quando iniziò. Ho scorso la tua lista di amici e tanti sono anche amici miei... Blog didattici (Maria Teresa) la Povna (che è sparita), Stefano Massa (che non c'è più) e poi Giusy di Fragole e mirtilli e altri 3 blog che conosco ma che non seguo perché troppo impegnativi per i miei gusti. Quello che ostacola la nostra frequentazione è la piattaforma differente, io sono aggiornata sui blog di wordpress ma non di quelli di blogspat..e questo a volte mi tiene lontana. Grazie di questo bel post che ho letto volentieri, ti mando un abbraccio. p.s. anche tanti miei amici sono deceduti o hanno mollato il blog

    RispondiElimina