martedì 7 giugno 2022

Buona fine d'anno scolastico!

 


Ci risiamo. Un altro anno scolastico sta per terminare. Ci saranno ancora gli scrutini e gli esami, ma ormai i giochi sono fatti. Ciascuno raccoglierà i frutti di quanto ha seminato nel corso dell’anno. Per gli studenti si tratterà di competenze, capacità di partecipazione, collaborazione, voglia d’imparare; per i docenti sarà il momento di verificare i risultati del proprio operato, della propria passione per l’insegnamento, di quella che non si limita a riempire  la testa dei discenti di nozioni, ma soprattutto di accendere entusiasmo, stimolare  curiosità, sostenere con l’incoraggiamento.

Per chi è insegnante o per chi, come me, lo è stato ( ma nel cuore non si smette mai di esserlo!), quando si parla di “anno” non si intende mai quello solare, bensì quello che inizia il primo settembre e termina a giugno. Ecco, io sto riflettendo sul fatto che sia appunto passato un altro anno. Le vacanze sono alle porte, finalmente in libertà, senza costrizioni e mascherine.

A volte penso a tutti i ragazzi che ho conosciuto e a quanti siano rimasti in qualche modo legati al mondo musicale, da professionisti o amatori. Non so se riuscirò mai a tenerne il conto, so solo che è sempre un piacere incontrarli, essere informata sui loro progressi, ascoltarli nei loro concerti. Così come è sempre un piacere rivedere i colleghi con i quali ho condiviso, a lungo o anche solo brevemente, un percorso che non è stato solo didattico, ma anche di vita.

Sono stata, non senza emozione, al saggio finale nella scuola in cui ho insegnato quarant’anni, domani ne ascolterò nuovamente uno nell’altra Scuola Media della città, dopodomani ci sarà, in piazza, il concerto mega-galattico dell’orchestra giovanile provinciale e poi ancora la festa di una collega che ha terminato il suo percorso d’insegnamento. Ancora tanti bei momenti e tanti ricordi da condividere!

A questo punto non posso che augurare buoni esami a chi li dovrà sostenere e buone vacanze a tutti, che siano rigeneranti, piene di sole, di vita, di amicizia e di allegria.

  

12 commenti:

  1. Dalle tue parole traspare la passione con cui hai svolto la tua professione. Ti aspettano giorni carichi di emozioni! Finalmente un pochino di riposo anche per i nonni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ho sempre lavorato con passione e ho avuto tante soddisfazioni, ma adesso sto bene anche fuori da quel mondo che è stato il mio per tantissimi anni e mi godo la ritrovata libertà, salvo qualche piccola incursione ogni tanto per respirare ancora un po' l'aria della scuola!

      Elimina
  2. ho sempre pensato che il lavoro d'insegnate fosse uno dei più difficili, non quanto si è giovani, ma quando gli anni cominciano a pesare.
    Andrea alle medie bei voti ma la sua prof gli disse che non poteva fare geometra perchè c'era molto inglese. Lo fece con ottimi voti che superavano la media del otto. Poi l'università un giorno una persona gli disse che senza un liceo alle spalle non ce l'avrebbe fatta. Una prof in pensione che lo ammirava molto lo convinse a farla lui si laureo con il massimo dei voti e la prima persona a qui telefono fu proprio lei.
    Michelle stessa cosa arriva in terza media, sceglie il linguistico e una prof di inglese, sempre quella le disse che non c'è l'avrebbe mai fatta perchè in inglese aveva solo 6 nelle altre materie 8/9.Michelle ha vinto una borsa di studio che la porterà 15 giorni Negli Stati Uniti a luglio a studiare in un college accompagnata da una prof e un altro gruppo di ragazzi.
    Io trovo che non sia giusto consigliare una scuola in terza media o in quinta superiore a un alunno che dimostra di essere appassionato a un Istituto perchè rovinare il suo sogno. se non ce la farà rimarrà bocciato e deciderà il daffare. Sono sicura che tu eri una brava professoressa se ancora desso i tuoi alunni ti salutano con piacere. Cosa insegnavi? musica? Buona giornata con affetto un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, io insegnavo musica e non mi sono mai permessa di esprimere giudizi sul futuro degli alunni, perché li ho sempre visti cambiare e crescere tantissimo e, come dici tu, quando si sono appassionati a qualcosa ce l'hanno messa tutta, contrariamente alle previsioni.
      Buona settimana a te e alla tua meravigliosa famiglia e affetto ricambiato!

      Elimina
  3. Un in bocca al lupo a tutti gli studenti alle prese con gli esami!

    RispondiElimina
  4. Catherine non è indolore stare fuori dalla porta e aspettare gli ex colleghi che escono e ti salutano
    Come in tutte le cose e c'è una fine e perché ha fatto tanto per tanti anni la parola fine è dolorosa ma è giusta
    Ti auguro di goderti questi anni di nuova giovinezza con la stessa passione con cui tu hai insegnato
    Volta pagina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Hai ragione. Incontrare i colleghi ancora in servizio fa sempre provare un piccolo tuffo al cuore, ma c'è un'altra vita che mi aspetta e sicuramente vi metterò la stessa passione.

      Elimina
  5. viene fuori la passione per l’insegnamento dalle tue parole, quello che servirebbe alla scuola sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione. Ho sempre insegnato con passione ed è un aspetto che tutti hanno notato. E' solo grazie alla passione e all'impegno che ho potuto raccogliere tante soddisfazioni e affetto. Ma tutto ha una fine ed è giusto lasciare il posto ai giovani, che si spera portino nuova linfa ed energie.

      Elimina
  6. Come si dice "chiusa una porta si apre un portone" e sono certa che ora avendo più tempo la vita ti regalerà la gioia di dedicarti ad altre tue passioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro! Si è aperto un nuovo capitolo della mia vita e mi sto godendo la nuova libertà!

      Elimina