martedì 27 marzo 2012

Voglia di primavera


C’è sentore di primavera nell’aria. Basta uscire in giardino per sentire una gradevole temperatura, nuovi profumi e il canto di una moltitudine di uccellini, gradevolissimo e armonico come la migliore delle orchestre. Che la primavera stia arrivando lo si intuisce anche dall’indaffaramento di mio marito, che subito corre al vivaio per acquistare nuovi fiori da piantare, studiando ogni anno diverse disposizioni per le aiuole. Da qualche anno è esplosa infatti in lui la passione per il giardinaggio e non lo ferma più nessuno. Il cervello è sempre in ebollizione: pianta di qua, sposta di là, semina, travasa, concima…chi lo ferma più?

Un giardiniere che ogni anno viene a potarci le piante ride di gusto e lo prende in giro. Dice che il nostro prato verde sicuramente non ne può più di essere concimato, anzi, “dopato”. “ Tu hai dopato il prato, un giorno o l’altro qualcuno ti farà la multa eheheheh! Persino l’erba finirà per parlarti, vedrai, per chiedere pietà affinché tu la lasci un po’ in pace! ”
In effetti, nonostante si sia sciolta da poco tempo la neve, il prato è già verdissimo.

Al nostro gatto Pallino invece stanno cominciando a pesare le troppe primavere. Non vede quasi più, povero, e sovente batte delle zuccate nel muro prima di trovare la porta per entrare. Non parliamo poi del fatto che mia madre spesso attenti alla sua vita sedendoglisi pesantemente sopra. L’ho salvato più di una volta tirandolo fuori mezzo ammaccato e tossicchiante e ho dovuto battergli sonore pacche sulla schiena per fargli riprendere fiato. Da più di una settimana gli sto somministrando anche delle gocce di cortisone negli occhi, ma sembra senza apprezzabili risultati. C’è da dire però che lui è bravissimo e si lascia curare senza opporre resistenza, ne’ tirar fuori le unghie, come se capisse che lo faccio per il suo bene. E’ molto più difficile compiere la stessa operazione con mia madre, che si oppone invece con tutte le sue forze e c’è il rischio che a graffiarmi sia proprio lei.

A scuola c’è ancora un piccolo momento di tregua, ma già si profilano all’orizzonte prove d’orchestra, saggi, spettacoli di beneficenza, collegi docenti, colloqui generali con i genitori, prescrutini…Inizierà il solito periodo intenso che mi toglierà fiato e forze, come sempre. La volata finale. Eppure sembra solo ieri che l’anno scolastico fosse cominciato; mamma mia, come corre il tempo!

Ogni sera, quando esco in cortile a vuotare la spazzatura, ho preso l’abitudine di guardare il cielo. Ci sono moltissime stelle e alcune luminosissime, più grandi delle altre. Della luna si vede invece solo una piccolissima falce, proprio come in certi disegni di fiabe. Ci manca solo l’omino appollaiato sulla punta. Una volta non avevo questa abitudine, ma ora ricordo mio padre. A lui piaceva moltissimo osservare il cielo e mi faceva sempre notare gli aerei che passavano: “Guarda, quello sta andando a Torino! Ora ce n’è un altro, diretto a Cuneo, osserva come si stia già abbassando!  ”
Da giovane era stato in aviazione e lo avevano sempre affascinato gli aerei e il volo. Spesso sognava di librarsi in aria proprio come un uccello e me lo raccontava. Mi descriveva quella sensazione di libertà e leggerezza che provava e quanto erano belli quei sogni. Ora, guardando quel cielo e quelle stelle, mi sembra proprio di vedere il suo volto, i suoi occhi ridenti che ammiccano tra gli astri e vorrei tanto che fosse vero per potergli dire: “Ecco, vedi, siamo stati bravi, nonostante tutto ce l’abbiamo fatta e mamma è ancora qui con noi, non devi preoccuparti di niente!”   

Pensieri, sensazioni, profumi, sogni…La primavera è ogni volta uno stupore, una voglia di rinnovarsi, di vestirsi di colori, di uscire a camminare nel sole.

Buona primavera a tutti!

19 commenti:

  1. La primavera è la stagione della speranza e dell'aspettativa.
    ps il tuo prato sarà dopato ma è bellissimo, come il giardino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'apprezzamento! Dovrò riferire a mio marito: ne sarà tutto ringalluzzito eheheheh!

      Elimina
  2. Un post molto piacevole che ho letto volentieri. Hai un bel giardino e quel prato è invidiabile: hai proprio un bravo "giardiniere"! Il tuo bel micione, è la negativa della mia Pallina che è tutta bianca e più giovane di lui.. lei non si farebbe curare come invece fa lui..bravo! Ho avuto piacere di trovare da me il tuo commento a cui ho risposto, e sono venuta a conoscerti. A rileggerci dunque e un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mio marito ce la mette proprio tutta con quel giardino e meno male, così quando è a casa non si annoia! Pallino è veramente buono. Ogni volta che l'abbiamo portato dal veterinario si è sempre fatto visitare senza creare problemi. Recentemente gli hanno anche fatto le analisi del sangue e lui non si è lamentato, ne'ha cercato di graffiare il medico.Sarebbe bellissimo vederlo accanto alla tua Pallina, lui tutto nero e lei tutta bianca. Ma davvero si chiama Pallina?

      Elimina
    2. In realtà si chiama Palla di neve ma l'abbiamo sempre chiamata Pallina e per lei va bene così ..e' sorda poverina. oltre ad essere una gran birbona. Ciao

      Elimina
    3. Ah che coppia! Mi piacerebbe proprio vedere i due micioni; una bianca e l'altro nero, una sorda e l'altro cieco che, per di più, si chiamano Pallino e Pallina!

      Elimina
  3. Ma che bel giardino, è vero, hai l'erba drogata, che verde squillante. Poco fa ho fotografato il mio, del quale oso essere orgogliosa e, poiché possiedo un ficus beneamina variegato divenuto ormai un albero bellissimo, che mi è finito nell'ultima poesia appena partorita in mattinata, l'ho ripreso in lungo e in largo per farvelo vedere quando pubblicherò la poesia. Apro il computer, vengo qui e trovo il tuo di giardino. Tuo marito è bravissimo. Il gatto Pallino stai pur tranquilla che capisce come ti prendi cura amorosa di lui, altrimenti non si farebbe toccare mai e poi mai. In quanto alla mamma, è la malattia, ma in fondo anche lei capisce il tuo amore. Forza, cara, hai l'anima carica di musica come quei vasi di viole del pensiero. E per concludere, stanne sicura: papà è orgoglioso di te.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora vengo a vedere anche il tuo prato!
      Pallino è bravissimo quando lo medichiamo o lo portiamo dal veterinario, sembra sappia che si tratta di migliorare la sua salute.
      Credo anch'io che la mia anima sia carica di musica, ma qualche volta ci sono delle note stonate, purtroppo, comunque cerco di fare del mio meglio!

      Elimina
  4. un saluto alla mitica prof!
    stef

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saluto ricambiato! E grazie per la "mitica"!;)

      Elimina
  5. è TUTTO VERO CARA... pensieri parole primavera

    però complimenti a tuo marito.. perchè avete un giardino bellissimo, certo che dovrai farti dare il telefono dello spacciatore ... sai consigli per le amiche!! he he

    Mi ricordo di quando avevo la casa fuori Roma, con ben due giardini grandi. Malgrado la stanchezza, la lontananza, il traffico, il lavoro... quando tornavo a casa e scendevo in giardino avevo un senso di pace immenso. Mi nutrivo di quel verde e respiravo la loro aria e magari mi calmano con qualche lavoretto qua e là... Tutta un'altra vita.

    Pallino è molto bello ma sai io adoro i gatti neri!!

    RispondiElimina
  6. Lo "spacciatore" è un negoziante di concimi, ovviamente!;)
    Però è vero. Dopo una lunga giornata di lavoro o quando ci si sveglia al mattino, è bellissimo potersi nutrire del verde del prato e dei colori dei fiori!
    E così ami i gatti neri? A me non dispiacciono, ma a volte vorrei che Pallino avesse qualche macchia bianca o similare...Spesso, quando dorme, non si capisce dove abbia il davanti e dove il didietro!! :D :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La primavera è ogni volta uno stupore, hai ragione. E ci torna in mente il meglio di quel abbiamo avuto, i ricordi più dolci, soprattutto sotto le stelle...
      Un grattino al tuo gattone e un abbraccio a te!

      Elimina
  7. LINDA: fatto! Mi sono presa l'abbraccio ( che ricambio!) e ho dato una grattatina a Pallino.

    RispondiElimina
  8. La primavera è splendida, dolce e affettuosa!

    RispondiElimina
  9. E siamo ad aprile! Buona domenica delle palme.

    RispondiElimina
  10. Complimenti per il bel giardino ed il marito giardiniere. Il nostro prato non si è ancora ripreso del tutto dalla neve e l'inverno. Ma il mio giardiniere non ci si dedica come il tuo. E dire che gli fa un gran bene il contatto con la natura. Ieri ha raccolto le erbe di campo, le ha pulite, lavate e cucinate! Ed è già la seconda volta in pochi giorni. Poi stanno iniziando a spuntare gli asparagi di cui siamo veramente golosi. La primavera è la stagione in cui siamo più in armonia, anche se non mancano le discussione più che animate. E' veramente stupendo ammirare il cielo stellato e la luna. Sai che anch'io sono appassionata di volo come tuo padre e da piccola sognavo di andare sulla luna e poi provavo con l'ombrello aperto a saltare da una piccola altura o da una panchina per vedere se riuscivo ad imitare Mary Poppins? Auguri di Buona Pasqua! Una pausa per ricaricarti viste le tante fatiche scolastiche.

    RispondiElimina
  11. Piacerebbe anche a me volare. Una volta sognavo spesso di farlo, muovendo le braccia come se fossero state ali. Poi mi svegliavo e mi sentivo sempre molto delusa nell'accorgermi che si trattava di un sogno e che non sapevo affatto volare.
    La primavera fa sentire bene e fa venire una gran voglia di colori. Mi sono comprata dei completi bluette e verdi e addirittura una borsa con dipinti fiori di tutti i colori. La crisi ci intristisce tutti e se non ci tiriamo un po' su come possiamo finiremo per diventare dei gran depressi.

    RispondiElimina