martedì 28 gennaio 2014

SHINE ON AWARDS



Ricevo, del tutto inaspettatamente, il premio SHINE ON dall’amica blogger “Dovesei”.


Molto gentilmente mi chiede di non mandarle delle maledizioni. Come potrei? Uno perché non è mia abitudine mandare certi pacchi alle persone, due perché non potrei proprio essere scortese con chi mi fa un regalo! Così eccomi qui a partecipare all’iniziativa anche se, dopo così tanti anni che mi conoscete, sarete ben stanchi di sentire le stesse cose! Chiedo venia quindi, ma mi tocca! :)


Le cinque regole da seguire per partecipare allo Shine on awards:
1- Inserire il logo dell’award sul fronte del post, 2- Riportare il nome del blog che ti ha nominato, 3 – Rispondere alle domande su noi stessi, 4 – Nominare altri 15 blogger per lo Shine on award, notificandone i link per i rispettivi blog, 5 – Far sapere ai blogger designati che hai pensato a loro per la nomination.

Ai primi due punti ho già risposto. 

Vediamo quindi il terzo:

Rispondo:
  1)Perché hai iniziato questo blog? Perché dovevo aiutare un collega a crearne uno per gli alunni e, non sapendo come fare, avevo provato a costruirne uno per me. Erano così arrivati i primi commenti, i primi amici e, alla fine, il blog sta andando avanti da ben dieci anni, mentre il collega è già tranquillamente in pensione.


2) Qual è la cosa più importante della tua vita? Sicuramente la mia famiglia e la salute. La salute dà  la forza per combattere le innumerevoli battaglie della vita aiutando se stessi e la propria famiglia.

3) Il cibo di cui non puoi fare a meno? Il latte e la frutta.

4) Il tuo posto del cuore. Il poligono di tiro dove sono nata. Lì ho trascorso gli anni più belli della mia vita perché ero ancora bambina, non avevo alcuna preoccupazione e sentivo tanto amore e protezione intorno a me.  C’erano i nonni che ne erano custodi, gli zii, i cugini, tanti amici, i miei genitori e tanti campi di grano e di trifoglio, pieni di fiori.  Ogni volta che ci passo davanti sento sempre un piccolo brivido di rimpianto per quegli  anni che non torneranno mai più.




5) Come ti vedi nei prossimi 10 anni? Oioioi…questa è una nota dolente. Ad una certa età gli anni che passano non portano nulla di buono. Meglio non pensarci!

6) Tre delle cose senza le quali non esci mai di casa. Gli occhiali, il cellulare, l'orologio.

7) Una citazione che ti caratterizza: “Finché c’è vita c’è speranza”.

A questo punto, però, mi fermo qui. Lascio a chi passerà da queste parti e a chi lo vorrà l’invito ad accettare la nomination. Siete tutti premiati!

7 commenti:

  1. ciao Kat
    eccoci qui al nostro ennesimo premio ;)

    sheraunabbraccioedimmiLachiavediSaratièpiaciuto?

    RispondiElimina
  2. Sì, non male il film. Era un po' una via di mezzo perchè lasciava intuire, ma non faceva vedere la vera tragedia dell'olocausto. Una ragazzina si è impressionata, comunque. Molti altri non hanno apprezzato.

    RispondiElimina
  3. Sei anche riuscita a trovare il logo! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ehehehehheh! Ti hanno mai detto che io sono una specie di sherlok holmes dei blog?

      Elimina
  4. Abbiamo ritirato il premio insieme!

    RispondiElimina
  5. Forse è un film 'da grandi'. Peccato.

    sheràbientot

    RispondiElimina
  6. Un premio per farti tornare la vena creativa.... ciao latte e frutta

    RispondiElimina